Biden, dal G7 600 miliardi per infrastrutture nel mondo

(ANSA) - WASHINGTON, 26 GIU - Gli Usa, assieme con gli altri Paesi del G7, stanzieranno 600 miliardi di dollari da qui al 2027 per investimenti nelle infrastrutture nel mondo. Lo ha detto il presidente americano Joe Biden lanciando la partnership a margine del vertice in Germania. Alla cifra totale gli Usa contribuiranno con 200 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni.
    La 'Partnership for Global Infrastructure and Investment', ha detto, "fornirà progetti rivoluzionari per colmare il divario infrastrutturale nei paesi in via di sviluppo, rafforzare l'economia globale e le catene di approvvigionamento e far progredire la sicurezza nazionale degli Stati Uniti".
    L'iniziativa era stata lanciata da Biden e gli altri leader del G7 al vertice in Cornovaglia per offrire un'alternativa alla Via della Seta della Cina.
    "Quando le democrazie si uniscono, non c'è nulla che non possano realizzare", ha aggiunto il presidente presentando l'iniziativa sulle infrastrutture al G7. "Questo piano non è carità. E' un investimento che avrà un ritorno per gli americani e per tutti i cittadini del mondo".
    Parlando poi di cyberattacchi ha concluso che "bisogna sviluppare tecnologie sicure in modo che le nostre informazioni online non vengano utilizzate dagli autocrati". (ANSA).