Ceresio, quel ramo del Lago di Lugano tra borghi, sport outdoor e resort di charme

1/15 - Ceresio, quel ramo del Lago di Lugano tra borghi, sport outdoor e resort di...
Ceresio, quel ramo del Lago di Lugano tra borghi, sport outdoor e resort di charme

Ceresio, quel ramo del Lago di Lugano tra borghi, sport outdoor e resort di charme

Alla scoperta del versante italiano del lago di Lugano (Lago Ceresio) dai borghi della Valsolda fino a Porlezza, a piedi, in bicicletta o in barca, tra antichi borghi, ville storiche e riserve naturali. Spazio anche per il relax e le soste di gusto  

A Valsolda, tra i borghi di Castello e la villa di “Piccolo Mondo Antico”

Valsolda, il “Piccolo Mondo Antico del Ceresio”, è un comune sparso di undici frazioni. Alcune arroccate sui pendii a picco sul lago, altre direttamente affacciate lungo le sue sponde.

Camminando in punta di piedi per le stanze, che sembrano tuttora vissute, si ripercorrono le pagine del romanzo, attraverso gli arredi, i terrazzini, e i giardini con i cipressi che si specchiano nell'acqua color smeraldo.

All’esterno piuttosto semplice e sobria, cela un tripudio di affreschi e volte. Diversi critici dell’arte l’hanno soprannominata “la Piccola Sistina”, e non è difficile capirne il motivo.

Qualche curva sul lungolago e si giunge a San Mamete: una cartolina. Qui tutto ruota attorno ad una piazzetta pittoresca con i portici direttamente sull’acqua.

Un pontile da cui tuffarsi, l’approdo per le barche, qualche localino frequentato da turisti e da giovani del posto, e un forno con vista magnifica da cui escono teglie di focaccia e torta di pane.

La vista dalle camere fronte lago, dagli arredi vintage e d’epoca, è per spiriti romantici. La cena viene servita in un giardino rigoglioso, dove si trova anche un lido con lettini, mentre nella piccola spa si possono riservare trattamenti ayurvedici ed olistici.

In una decina di minuti di auto si arriva a Porlezza, centro principale sul versante italiano del lago di Lugano.

Sono circa 40, e meritano di catturati uno dopo l’altro. Dal centro del paese è possibile incamminarsi verso l’Oratorio di Santa Giulia, una chiesetta del XVII secolo che domina il Lago di Lugano.

La camminata dura circa 45 minuti, ma una volta in cima il tramonto ripagherà degli sforzi.

La visita adatta a tutti -della durata di 45-60 minuti -si può fare in autonomia, oppure con una guida.

Indirizzi di gusto sul Ceresio: dall’osteria gourmet al mini fine dining stellato

Il pesce di lago, tutt’altro che povero, è protagonista delle cucine rivierasche sul Ceresio.

Trota, salmerino, coregone sono gli ingredienti declinati dall’antipasto al secondo, sia in trattoria che nel piatto stellato.

L’atmosfera è quella rilassata, giocosa, di casa. I piatti sono curiosi, profumati, rappresentano le materie prime del territorio (ma con accenti anche pugliesi, per via della passione per quest’altra terra).

Porzioni generose servite ai tavoli sotto le fronde degli alberi, a pochi metri dall’acqua.

La cucina è essenziale, ma ricca di suggestioni ed intrecci di terre: la Sardegna, terra di origine dello chef, si mescola alle montagne tra Lombardia e Svizzera, che qui fanno da cornice.

Spiaggia privata di 3.000 m2, parco subtropicale e area SPA con saune, piscine e infinity pool, adult only.

Nella vegetazione palustre nidificano: folaghe, germani reali, gallinelle d'acqua e cannaiole.

Sono 160 circa le specie identificate all'interno del parco, da scoprire a piedi, seguendo il sentiero che circonda il lago  (5 km percorribile da tutti, anche con bambini e passeggini), o in bicicletta, ma solo in parte, sino al collegamento con la ciclabile di Menaggio.

Sul piccolo promontorio che si inserisce nello specchio del lago è possibile anche refrigerarsi con un bagno nelle sue acque limpide: un piccolo pontile e un prato fanno di questo lido un luogo ameno e tranquillo.

Pochi passi dalle rive e si può visitare anche il borgo di origine medievale Castel San Pietro, di cui resta ancora la porta principale ed alcune abitazioni. Chi volesse vivere l’avventura di dormire all’interno della riserva, invece, potrà prenotare la foresteria del parco, che ospita sino a cinque posti letti.

Gli amanti della bicicletta, sul Ceresio troveranno diverse opportunità “di confine”.