Cuore: i rischi di fumo e ipertensione  | Humanitas Salute

Questo primato spaventa, eppure ci sono alcuni importanti atteggiamenti che potremmo attuare al fine di prevenire questo tipo di malattie. I fattori di rischio modificabili, essendo legati alle condizioni ambientali e alle abitudini personali, possono cambiare in meglio. (come peso e circonferenza addominale, dieta, sedentarietà, fumo, pressione arteriosa) hanno un’incidenza importante nella salute delle arterie. che è il principale responsabile dell’aumento di rischio cardiovascolare nelle persone tra i 40 e i 50 anni. Sopra i 50 anni, invece, il fattore di rischio da non sottovalutare è l’

Sono entrambi due fattori di rischio sui quali l’individuo può intervenire, modificando il proprio stile di vita e l’alimentazione, o, se necessario, assumendo farmaci specifici. I controlli sono poi fondamentali: l’ipertensione può non dare sintomi e le persone ipertese spesso non ne sono consapevoli.consumato a tavola, non soltanto diminuendo quello aggiunto, ma anche rinunciando a cibi che per loro natura o in seguito alla loro preparazione o conservazione ne contengono molto. 

Alcuni esempi di alimenti salati possono essere i salumi e gli insaccati, i dadi da brodo, alcuni condimenti industriali, bevande, gelatine e dolci. 

Importante è prestare attenzione anche a pane, grissini, crackers e merendine, poiché rappresentano un’aggiunta di sali importante.

Chi soffre di malattie cardiovascolari dovrebbe sempre rivolgersi a uno specialista dell’alimentazione, in modo da avere ben chiaro il regime dietetico adatto alla propria specifica situazione. , è importante muoversi con costanza. Si dovrebbe partire con gradualità, secondo il proprio grado di allenamento e nel rispetto dei propri limiti, e aumentare frequenza e durata a seconda delle proprie possibilità.

È anche in questo caso importante ribadire che non tutti si devono comportare allo stesso modo. Chi ha già avuto problemi di natura cardiovascolare dovrà svolgere attività fisica con maggior attenzione, dopo averla concordata con il proprio specialista di fiducia.

Registrati per la newsletter settimanale di Humanitas Salute e ricevi aggiornamenti su prevenzione, nutrizione, lifestyle e consigli per migliorare il tuo stile di vita