Il ministro della salute NL vuole autorizzare l’eutanasia per bambini con malattie terminali

Il ministro della salute NL vuole autorizzare l’eutanasia per bambini con malattie terminali

Un progetto per rendere possibile porre fine alla vita dei bambini under 12,  in condizioni di salute critiche, è stata proposta dal ministro della salute olandese

Il precedente governo aveva già deciso a favore di un programma per i bambini di età compresa tra 1 e 12 anni che soffrono troppo e non hanno speranza di recupero, seguendo un’indicazione dei  pediatri. I bambini di questo gruppo non rientrano nella legge sull’eutanasia, né nel regolamento per l’interruzione della vita dei bambini di età inferiore a 1 anno.

Kuipers ha elaborato un piano concreto per questo “gruppo intermedio”, che ricorda il cosiddetto protocollo di Groningen per bambini, dice NOS: devono essere soddisfatti una serie di requisiti di due diligence. Ad esempio, deve essere stabilito che “non esiste alcuna possibilità ragionevole” di eliminare la sofferenza di un bambino che soffre di una malattia in stato terminale.

Il medico dovrebbe condividere pienamente la diagnosi e la prognosi con entrambi i genitori e, se possibile, discuterne anche con il bambino a un livello adeguato. Non dovrebbero esserci segnali che un bambino non voglia che la sua vita finisca e almeno un medico indipendente esperto deve essere coinvolto nella valutazione.

Il ministro D66 ha optato per un regolamento e non per un emendamento alla legge sull’eutanasia: il tema è molto delicato, anche all’interno della coalizione.

Nel 2020 ChristenUnie ha annunciato di essere contraria all’eutanasia infantile ma che a tempo debito avrebbe accettato di esaminare uno schema per il gruppo molto specifico di bambini per i quali la sedazione non offre una soluzione.