Scienza e sostenibilità al servizio del benessere - la Repubblica

L’utilizzo di superfici ceramiche eco-attive per l'abitare contemporaneo permette di migliorare la qualità dell’aria nonché la vita delle persone tenendo lontane sostanze nocive per la salute. Il tutto nel rispetto della natura e senza trascurare il lato estetico

Attenzione e rigore in termini di igiene e pulizia, a seguito dello scoppio della pandemia da Covid-19, hanno modificato le proprie abitudini. In uno scenario di profondo mutamento si è riscontrata una crescente cura per quel che concerne l’igiene personale che ha portato a lavare e igienizzare le mani più volte al giorno, ma non solo. In realtà sia negli ambienti domestici che in quelli lavorativi e pubblici l’igienizzazione e la sanificazione sono risultate pratiche necessarie per la tutela di chi fruisce di questi spazi.

Oltre ad essere amiche dell’ambiente fanno leva anche sul binomio scienza e design per mettere in sicurezza gli spazi della quotidianità: sono quattro le texture e diversi i formati che permettono di rivestire tanto le facciate esterne degli edifici quanto gli interni - pavimenti, rivestimenti di bagno e cucina etc. - garantendo, grazie alle loro proprietà antibatteriche, antivirali, antinquinamento, anti-odore e autopulenti - comprovate da certificazioni ISO - alte prestazioni in termini igienico-sanitari. La loro efficacia non si esaurisce nel tempo ma perdura per tutto il ciclo di vita della superficie.

La tecnologia innovativa di questi materiali sfrutta le proprietà del biossido di titanio, combinato con l’argento, che attraverso un processo chiamato fotocatalisi si attiva con l’azione della luce (naturale o artificiale) e dell’umidità presente nell’aria, innescando una reazione in grado di scindere le molecole delle sostanze indesiderate - come l’ossido d’azoto (NOx) e composti organici volatili (VOC) - che con queste vengono a contatto, neutralizzandole così da risultare innocue per la salute. Questa particolare tecnologia permette inoltre di degradare le molecole organiche odorigene ed eliminare fino al 99% batteri come l’Escherichia Coli e lo Staphilococcus Aureus MRS.

La grande novità, emersa a seguito di recenti studi portati avanti dal Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche e dal Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano, riguarda il SARS-CoV-2 ovvero il virus responsabile del Covid-19 che può essere eliminato fino al 94% dalle superfici ceramiche dopo solo 4 ore di esposizione alla luce. La manutenzione risulta semplice e poco dispendiosa in quanto, grazie alle proprietà fotocatalitiche del biossido di titanio, lo sporco non permane a lungo sulle lastre e per pulirle non serve ricorrere a detergenti aggressivi e addirittura, nel caso delle facciate esterne, per mantenerle esteticamente impeccabili è sufficiente l’azione pulente della pioggia.

Dati gli innumerevoli vantaggi offerti, le superfici Active Surfaces® si addicono a ogni destinazione d’uso (abitazioni private, spazi commerciali, strutture ricettive, strutture sanitarie etc.) compresi i luoghi ad alta frequentazione nonché quelli in cui è prevista la preparazione e la somministrazione di cibi. Due riconoscimenti - rilasciati da un laboratorio accreditato BELAC specializzato nell’esecuzione di test su materiali usati in ambito alimentare - ottenuti proprio in ambito “food contact” certificano che i materiali in questione possono essere impiegati in totale sicurezza anche a contatto diretto con sostanze alimentari, sia in ambito domestico che professionale e industriale, per la preparazione di qualsiasi tipo di cibo.

Fare scelte responsabili rappresenta un importante investimento per il futuro: l’innovazione tecnologica di queste lastre favorisce l’acquisizione di certificazioni sugli edifici quali Well Building, Leed Certification e Breeam Certification in tema di sostenibilità ambientale e miglioramento della qualità di vita delle persone nonché il Gold Standard relativo alla riduzione delle emissioni di CO2 con conseguente beneficio per la popolazione. Iris Ceramica Group, dunque, con il suo operato tende una mano verso l’ambiente e una verso l’uomo.