Salute: in E-R il 73% delle persone non fuma o ha smesso

Domani, 31 maggio, si celebra la Giornata internazionale contro il fumo da tabacco, e dall' Emilia-Romagna arrivano notizie confortanti. In regione nel periodo 2017-2020 la propensione al fumo di sigarette è in calo: il 73% della popolazione tra 18 e 69 anni non fuma (non l'ha mai fatto o ha smesso), e meno di un terzo (27%) degli adulti in questa fascia di età, pari a una stima di oltre 788mila persone, continua a fumare, un valore in linea con quello nazionale (25%). Lo dicono i dati del sistema di sorveglianza 'Passi' (Progressi delle Aziende sanitarie per la salute in Italia), dell'Istituto Superiore di Sanità.

"Limitare il fumo è uno degli obiettivi che la Regione ha deciso di perseguire, rafforzato anche nel Piano di prevenzione 2021-2025 recentemente approvato, con una parte dedicata al tema dei corretti stili di vita - ha spiegato l'assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - I dati forniti da fonti autorevoli come l'Istituto superiore di Sanità, confermati anche dal nostro sistema informativo sulle dipendenze, sono confortanti e dimostrano che l'impegno del nostro sistema sanitario e i programmi realizzati stanno dando buoni frutti. Ma - ha concluso l'assessore-in quest'ambito c'è ancora molto da fare per motivare i fumatori, soprattutto i più giovani, ad abbandonare questo vizio così dannoso per la salute". E proprio per tenere alta l'attenzione sul tema, in tutta l'Emilia-Romagna sono in programma iniziative e attività legate alla Giornata mondiale contro il fumo.