Coronavirus in Italia e nel mondo: news e bollettino casi Covid di oggi 26 giugno. DIRETTA | Sky TG24

Covid, news. Bollettino: 83.555 nuovi casi, 69 morti. Tasso di positività all'11,6%

I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono 717.400. Crescono le terapie intensive (+3) e i ricoveri ordinari (+162). Agenas: "L'occupazione intensive sale al 3% in 24 ore".

Si attende la decisione, prevista entro la settimana, per il mantenimento delle mascherine nei luoghi di lavoro. Pechino e Shanghai hanno azzerato i casi, per la prima volta dopo 4 mesi
Pechino e Shanghai hanno azzerato i casi di Covid-19, per la prima volta dopo quattro mesi. La capitale e il principale hub finanziario cinesi hanno contenuto il virus dopo una lotta feroce che ha portato in lockdown milioni di persone, a test di massa ripetuti e a restrizioni alla vita quotidiana che hanno avuto un pesante impatto su ogni aspetto della società e dell'economia.
Il comitato di esperti della Food and Drug Administration (Fda) ha votato a favore dello sviluppo e della produzione di nuovi booster dei vaccini mRNA contro il covid per l'autunno. Lo rivela il New York Times. La Fda usualmente segue il consiglio della commissione consultiva. I vaccini modificati mireranno alla variante Omicron ed in particolare delle tipologie BA.4 e BA.5 che sono diventate dominanti e sfuggono almeno parzialmente alle immunizzazioni offerte sinora. Il Nyt non specifica se il comitato della Fda ha raccomandato in particolare la formulazione allo studio della Pfizer, della Moderna o di entrambe. La decisione non è stata unanime: 19 a favore, 2 contrari. Secondo indiscrezioni , le nuove formulazioni allo studio di Pfizer e Moderna hanno ricevuto commenti contrastanti. Se la Fda darà l'ok, le aziende avranno tempo di avviare la produzione per rendere disponibili i vaccini in autunno.

Covid, i nuovi ricoverati: 8 su 10 sono in terapia intensiva per altre patologie

Isolamento per i positivi: abolirlo o mantenerlo? Le opinioni degli esperti

Covid: in Campania 10.602 casi in un giorno, positivo il 32,5% dei test

Oltre 10mila nuovi positivi al Covid-19 in Campania. Nel bollettino odierno diffuso dall'unità di crisi regionale si legge che sono 10.602 i nuovi casi di Covid emersi nella giornata di ieri dall'analisi di 32.615 test. I test risultati positivi sono il 32,5% del totale. Sono 5 i nuovi decessi riportati nel bollettino odierno, 4 avvenuti nelle ultime 48 ore e uno avvenuto in precedenza, ma registrato ieri. Negli ospedali della Campania sono 27 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 416 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di degenza.

Covid: D'Amato (Lazio): oggi 11.171 casi e 5 decessi, il dato più alto dal 29 marzo

Covid: Ricciardi, 'ottobre terribile con aumento mortalità tra fragili e over 80'

"Avremo un ottobre terribile, non come quello della prima ondata" di Covid perché "non avremo lockdown, ma avremo un aumento pazzesco della mortalità tra i fragili. E quando dico fragili, penso a una mortalità degli ultraottantenni che arriveranno a ottobre non vaccinati con la quarta dose e a tutti gli altri fragili" come ad esempio i trapiantati, "tra i quali si sta registrando un aumento del contagio". Così Walter Ricciardi, docente di Igiene alla Cattolica e consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al 25esimo Congresso nazionale del sindacato dei medici e dirigenti sanitari Anaao Assomed, in corso a Napoli. "Questi sono tutti fattori che ci porteranno ad avere non quell'eclatante allarme delle prime ondate, ma a una mortalità in forte aumento".
Dopo oltre tre settimane di stabilità, sale di un punto percentuale nell'arco di 24 in Italia, tornando al 3%, la percentuale di posti nelle terapie intensive occupata da pazienti con Covid-19, lo stesso valore che segnava esattamente un anno fa, quando però di questi tempi girava una variante molto meno contagiosa. LEGGI QUI
Ne ha parlato, in un’intervista concessa al quotidiano “La Repubblica”, il presidente del Consiglio Superiore di Sanità. “Oltre ai fragili”, ha spiegato Locatelli, la popolazione che dovrebbe essere coinvolta nella campagna vaccinale autunnale dovrebbe comprendere anche “chi ha dai 60 anni in su. 
Impennata di nuovi casi covid, 2.445 nelle ultime 24 ore  (ieri erano 693, e di ricoveri che salgono a 86, +7 su ieri, nelle Marche, dove il tasso di incidenza cumulativo schizza a 627,93 su 100mila abitanti (ieri 557,65). Non si registrano però nuovi decessi e il totale delle vittime resta fermo a 3.935. Invarito il numero dei pazienti in terapia intensiva, 3, aumenta quello dei degenti nelle semintensive, 9, e nei reparti non intenisivi, 74. Ci sono poi 15 persone in osservazione nei pronto soccorso e 19 ospiti in strutture territoriali post critiche. Sono 12.400 le persone in quarantena o in isolamento domiciliare, delle quali 172 con sintomi. 
 

Covid, verso proroga dell'obbligo di mascherine sui luoghi di lavoro. Si pensa alle Ffp2

Prevista riunione tra i Ministeri della Salute e del Lavoro e i tecnici Inail per l'aggiornamento del protocollo di sicurezza in ambienti lavorativi. Il documento in vigore scadrà infatti il prossimo 30 giugno. La linea sarebbe quella di chiedere di indossare i dispositivi protettivi in tutti i casi in cui si è a contatto con il pubblico, in situazioni a rischio e quando non è possibile mantenere una distanza di due metri. L'approfondimento
Sono 141.047 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 588 ricoverati, 51 in terapia intensiva e 140.408 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 1.544.331, i morti 11.456, su un totale di 1.696.834 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio
Pechino e Shanghai hanno azzerato i casi di Covid-19, per la prima volta dopo quattro mesi. La capitale e il principale hub finanziario cinesi hanno contenuto il virus dopo una lotta feroce che ha portato in lockdown milioni di persone, a test di massa ripetuti e a restrizioni alla vita quotidiana che hanno avuto un pesante impatto su ogni aspetto della società e dell'economia. Lunedì le due città non hanno segnalato nuovi contagi per la prima volta dal 19 febbraio, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale, rilevando che nel Paese sono stati accertati 22 contagi locali in tutto, di cui uno accertato e 21 asintomatici.

Piemonte incidenza +44,3% nell'ultima settimana, ma è più bassa in Italia

Il valore dei contagi da Covid 19 in Piemonte, con un'incidenza di 379,2 casi ogni 100.000 abitanti nella settimana 20-26 giugno, a fronte del valore nazionale di 612,9 si conferma il più basso in Italia assieme alla Valle d'Aosta. Si tratta in ogni caso di un incremento, l'incidenza è infatti in netto rialzo (+44,3 %) rispetto ai 262,8 della settimana precedente. Si tratta della terza settimana consecutiva in cui si registra un rialzo, dopo 6 settimane consecutive in cui la curva dei contagi era in calo. Lo rileva la Regione Piemonte nel focus settimanale sulla situazione epidemiologica e vaccinale. I casi degli ultimi 7 giorni sono stati 16.202 (+4.971 rispetto alla settimana precedente). Questa la suddivisione per province: Alessandria 1.345 (+377), Asti 558 (+259), Biella 656 (+206), Cuneo 1.575 (+516), Novara 1.421 (+583), Vercelli 667 (+196), Vco 524 (+ 82), Torino città 3.448 (+1066), Torino area metropolitana 5.406 (+1428). L'occupazione dei posti letto ordinari al 27 giugno si attesta al 4,4% (il valore nazionale è al 9,2%) e quella delle terapie intensive all'1,6% (il valore nazionale è 2,4%), mentre la positività dei tamponi è al 12,9%. Dai dati diffusi dall'Arpa (Agenzia regionale per l'ambiente), gli esiti delle analisi di sequenziamento delle acque reflue su campioni prelevati il 20 giugno nei depuratori di Castiglione Torinese, Cuneo, Alessandria e Novara, come la scorsa settimana, non evidenziano la dominanza di specifiche varianti, situazione che probabilmente è determinata da una fase di transizione in atto. Si conferma stabile il quadro delle sottovarianti di Omicron 4 e 5 per le quali si rileva la presenza di alcune mutazioni specifiche con un aumento di frequenza rispetto alla scorsa settimana in tutti i depuratori. Non si rilevano mutazioni specifiche appartenenti alla sottovariante di Omicron 3. 
Sono 2.375 i nuovi contagi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia. Secondo i dati diffusi dalla Regione, sono 21.153 i tamponi effettuati, con un tasso di positività dell'11,2%. I morti sono stati 9. Crescono a 837 (+57) i ricoverati non in terapia intensiva, e a 17 (+3) quelli in terapia intensiva. I nuovi casi in provincia di Milano sono 748, di cui 254 a Milano città. Quanto ai casi nelle altre province, Bergamo: 220; a Brescia: 267; Como: 103; Cremona: 155; Lecco: 97; Lodi: 60; Mantova: 73; Monza e Brianza: 237; Pavia: 89; Sondrio: 5; Varese: 242.
 
E' stata radiata dall'ordine dei Medici di Venezia la dottoressa Barbara Balanzoni, nota per le sue posizioni no vax, espresse in modo molto deciso sui social durante la pandemia. Balanzoni, che lavora come anestesista in libera professione in varie strutture sanitarie del Nord  Italia, ha assunto - scrive l'Ordine -  "con toni violenti e aggressivi", una posizione di totale rigetto di tutta la gestione della pandemia, "conducendo una campagna di aggressione verbale contro colleghi, ospedali, il ministero e lo stesso Ordine". La radiazione è stata resa nota dallo stesso medico su twitter con  questo commento: "Me ne fotto"