Leone marino o foca? Ecco a cosa fare attenzione per distinguere i due animali

Leone marino o foca? Ecco a cosa fare attenzione per distinguere i due animali

Leone marino o foca? Spesso questi due animali vengono confusi tra di loro. Ecco quali sono le differenze tra la foca e il leone marino.

Sia la foca che il leone marino appartengono alla categoria dei mammiferi marini pinnipedi e vivono sia sulla terra che in acqua. Per questo motivo spesso vengono confusi tra di loro.

Tuttavia ci sono molte differenze fisiche, e non solo, tra questi due animali. Vediamo insieme a cosa bisogna far caso per distinguere un leone marino da una foca.

Possono sembrare simili, in quanto sono anche cugini, ma la foca e il leone marino presentano varie differenze fisiche.

Il leone marino presenta dei padiglioni auricolari esterni e dei baffi lunghi e lisci. Inoltre il presenta un pelo corto e spesso e le pinne posteriori lunghe capaci di ruotare verso la parte anteriore del corpo.

Quest’ultima caratteristica permette al leone marino di camminare sulla terra ferma.

I leoni marini possono essere lunghi 2-3 metri e pesare tra i 200 e i 1000 chilogrammi.

Fisicamente la foca può essere distinta dal leone marino per due principali caratteristiche.

La prima riguarda le orecchie, in quanto la foca non presenta padiglioni auricolari esterni.

Mentre la seconda caratteristica riguarda le pinne. Infatti la foca, differentemente dal leone marino ha le pinne anteriori più corte e quelle posteriori non ruotano.

Per questo motivo la foca sulla terra ferma striscia aiutandosi con la pancia e non cammina. Un’altra differenza sono i baffi, in quanto le foche presentano vibrisse piegate.

Le foche possono avere dimensioni pari a 1-5 metri e possono pesare tra i 45 e i 2400 chilogrammi.

Oltre ad avere caratteristiche fisiche che li differenziano, il leone marino e la foca presentano anche le seguenti differenze:

Queste sono le principali differenze tra il leone marino e la foca. Adesso potrete facilmente distinguerle!