Quanto vale il Mercato italiano nel mondo? - CineGuru

Qual è la quota degli incassi dei maggiori film usciti in Italia nell’ultimo anno rispetto al resto del mondo? Decisamente bassa e molto preoccupante…

Facciamo un po’ di premesse fondamentali. Per prima cosa, diciamo che negli ultimi vent’anni gli incassi dei film si sono spostati fuori dai territori classici (Stati Uniti ed Europa), per vedere aumentato il botteghino di nazioni in forte crescita economica (in particolare, i Paesi del BRIC, ossia Brasile, Russia, India e Cina). Insomma, in assoluto, per le nazioni che avevano dei Mercati cinematografici maturi, è stato normale veder ridotte le loro quote rispetto al resto del mondo.

Va anche detto che, con un calo del valore dell’euro, quello che prima aveva un determinato impatto, ora ha un impatto inferiore (me ne sono accorto rivedendo un’infografica sui titoli di Spider-Man e accorgendomi che adesso le quote degli stessi titoli sono diminuite per la ragione che ho indicato). Inoltre, in una situazione per le sale italiane molto difficile e in cui gli incassi complessivi sono ancora molto inferiori al 2019, è ovvio che la nostra quota di mercato attuale non potrà essere spettacolare.

Detto tutto questo, ho pensato che comunque sia importante verificare quanto vale il nostro Mercato rispetto al resto del mondo, prendendo come riferimento i maggiori incassi mondiali usciti nell’ultimo anno, quelli che hanno ottenuto almeno 400 milioni di dollari (sono esclusi comunque i film cinesi e Godzilla vs. Kong, che da noi non è arrivato in sala). Trovate le quote di Mercato nell’infografica sotto (dopo i titoli, ci sono gli incassi italiani e quelli mondiali, entrambi espressi in dollari, le rilevazioni sono state effettuate venerdì 24 luglio, tranne che per Top Gun: Maverick e Jurassic World: Il dominio, che ho aggiornato ai dati di ieri):

Non vi sembrano buoni dati, giusto? Beh, in realtà, per alcuni casi, sono anche peggiori di quanto evidenziato sopra. Infatti, diversi titoli menzionati non sono usciti in Cina o in Russia, quindi la quota italiana è realmente più bassa di quanto indicato (o almeno, lo sarebbe stato se i film fossero arrivati in quei Paesi o qualora volessimo fare un confronto solo sulle stesse nazioni in cui sono effettivamente usciti).

Queste cifre ci permettono di capire come spesso siamo soddisfatti dei risultati di alcuni blockbuster… ma in realtà non sono esaltanti come magari pensiamo, se li confrontiamo con il resto del mondo. Per esempio, se in assoluto il risultato di Top Gun: Maverick da noi è ottimo, è evidente come la quota di 1,07% non sia assolutamente soddisfacente.

Vanno invece sottolineati due dati sopra il 2% (in altri tempi, sarebbero stati normalissimi, adesso sono da festeggiare). Il primo è il dato di Eternals, che da noi ha conquistato il 2,18%, complice anche un’anteprima mondiale al Festival di Roma, che di sicuro ha fornito un contributo importante.

E passiamo a Spider-Man: No Way Home, che nonostante sia di gran lunga il miglior incasso in Italia del periodo pandemico, si deve accontentare dell’1,36%. Su questo fronte, ho pensato potesse essere utile vedere come si sono comportati gli otto film live action di Spider-Man da noi:

Come si può vedere, siamo lontanissimi dalle quote che otteneva in Italia la trilogia di Sam Raimi. Qui, ovviamente, si torna alla premessa iniziale, quella per cui vent’anni fa alcuni Paesi emergenti non avevano espresso ancora tutto il loro potenziale sala e quindi è normale per noi non riuscire a ripetere quei dati. Non c’è dubbio invece che i dati della nuova trilogia sono decisamente inferiori, se è vero che l’ultimo film rappresenta una crescita rispetto allo 1,02% e allo 1.09% dei precedenti capitoli, c’è anche da ricordare che questo ultimo episodio non è arrivato in Cina, altrimenti la percentuale italiana sarebbe stata inferiore e più vicina alle 1,2%.

Insomma, è inutile dire che, quando si parla di incassi in sala in Italia negli ultimi due anni, è molto difficile trovare buone notizie da dare e questo articolo non fa eccezione. Temo però sia importante sottolineare questi risultati, perché ovviamente hanno un impatto a catena sugli investimenti delle major e su quanto punteranno un futuro sul nostro Mercato. Sperando che la situazione migliori e in fretta…

E' stato Head of productions a Onemore Pictures e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.