Ecco gli occhiali che “scovano” precocemente il tumore del cavo orale

Pubblicato il: 17 Aprile 2019 alle ore 06:06 Aggiornato il: 17 Aprile 2019

I Goccles hanno filtri ottici che, in associazione con le lampade presenti negli studi dentistici, consentono di individuare lesioni anomale della mucosa orale

Sono un fiore all’occhiello del Made in Italy, costituiscono un vanto non da poco per la nostra comunità scientifica e hanno già ottenuto un riconoscimento a livello mondiale: i Goccles sono occhiali speciali in grado di identificare precocemente il tumore del cavo orale.

Questo innovativo dispositivo, ideato dai dottori Francesco Di Nardo e Alessandro Moro e dal professor Sandro Pelo dell’Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-facciale del Complesso Integrato Columbus – Università Cattolica di Roma, è dotato di filtri ottici particolari che, in associazione con una lampada fotopolimerizzante presente in qualsiasi studio odontoiatrico, permette di vedere alcune alterazioni della mucosa orale. Quest’ultima in condizioni normali appare verde mentre le lesioni pre-cancerose e cancerose sospette risultano essere scure rispetto al tessuto sano circostante.

I Goccles sono stati testati nel corso di due studi, su un totale di 78 lesioni diverse: dal follow-up di persone affetti da carcinoma orale a individui con alterazioni sospette. In quattro casi sono state osservate lesioni invisibili ad occhio nudo, tra cui un tumore invasivo, mentre in dieci casi gli occhiali hanno permesso di rimuovere le formazioni dai margini che non erano chiaramente distinguibili ad occhio nudo. L’obiettivo di questo dispositivo, che valuta l’autofluorescenza dei tessuti del cavo orale, è fornire una diagnosi precoce di ogni potenziale anomalia della mucosa, specialmente delle lesioni potenzialmente maligne.

I Goccles hanno conquistato anche la medaglia d’argento nella sezione Diagnostica agli Edison Awards 2019 che, ogni anno, riconoscono e premiano le migliori innovazioni provenienti da tutto il mondo.