Roma, marmista nasconde droga e armi tra loculi del Verano: sequestrate 100mila dosi di cocaina. Il video della scoperta - Il Fatto Quotidiano

Roma, marmista nasconde droga e armi tra loculi del Verano: sequestrate 100mila dosi di cocaina. Il video della scoperta
Puoi attivare le notifiche push de Ilfattoquotidiano.it per ricevere gratuitamente aggiornamenti sulle notizie più importanti.

Il servizio è disponibile con i browser Chrome e Firefox su computer desktop e sul browser Chrome sugli smartphone Android.

È possibile sospendere in qualsiasi momento l'invio delle notifiche push selezionando il pulsante di disattivazione che sarà disponibile in questo menu.

Roma, marmista nasconde droga e armi tra loculi del Verano: sequestrate 100mila dosi di cocaina. Il video della scoperta

Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato un marmista che nascondeva droga e armi tra i loculi del Verano. Sequestrate, come si vede nel video, circa 100mila dosi di cocaina e una pistola completa di munizioni. Ieri pomeriggio una pattuglia, in zona San Lorenzo, aveva notato un’auto passare a grande velocità nel piazzale antistante al cimitero del Verano, che poi si era dileguata all’interno del cimitero. Insospettiti, i poliziotti hanno seguito la vettura e si sono appostati. Da lì è iniziato il pedinamento e la scoperta fatta nelle cappelle funerarie.
L’uomo, un 42enne romano, marmista di professione, è stato arrestato in flagranza per la detenzione dell’ingente quantitativo di stupefacente, nonché per la ricettazione e la detenzione illegale dell’arma presso la casa circondariale di Regina Coeli.

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi : evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy