Morto in una sparatoria l’attore di Trainspotting 2 Bradley Welsh

Bradley Welsh, pugile e attore scozzese, purtroppo è stato ucciso in seguito ad una sparatoria a Edimburgo, in Scozia. La polizia

Bradley Welsh, pugile e attore scozzese, purtroppo è stato ucciso in seguito ad una sparatoria a Edimburgo, in Scozia. La polizia è giunta sul posto dopo una chiamata d’emergenza, ma il corpo dell’attore è stato trovato privo di vita a causa dei colpi d’arma da fuoco.

Bradley Welsh aveva 42 anni, era proprietario di una palestra di boxe e a 17 anni era stato campione di pesi leggeri della Amateur Boxing Association of England. Successivamente dopo un passato sul ring e da giocatore di football, aveva esordito sul grande schermo nei panni di un boss criminale, con il film T2: Trainspotting, sequel del film cult del 1996 diretto da Danny Boyle.

Inoltre nel 2009 Welsh aveva preso parte anche a una puntata di Danny Dyer’s Deadliest Men, una show documentario sugli uomini più pericolosi del Regno Unito.

Tra i primi a salutare Bradley Welsh è stato Irvine Welsh, l’autore dei libri da cui sono tratti i film di Trainspotting, attraverso un tweet.

”Bradley John Welsh, ho il cuore spezzato. Addio al mio fantastico e bellissimo amico. Grazie per avermi reso una persona migliore e per avermi aiutato a vedere il mondo in modo più gentile e saggio.”