Il presidente Percassi: “L’Atalanta come l’Ajax? Attenti a non volare troppo”

Il presidente Percassi: “L’Atalanta come l’Ajax? Attenti a non volare troppo”

Rinnovato per un altro anno il rapporto di sponsorizzazione con RadiciGroup: "La prima cosa sono i conti a posto"

“Grazie al mister che ci fa divertire”, sorride Maurizio Radici. E in effetti si può dire che grazie a RadiciGroup l’Atalanta può pagare tranquillamente lo stipendio di Gasperini (1,4 milioni netti) o, per stare appena più larghi, quello del Papu Gomez (1,6 lordo) e di Ilicic (1 milione).

In realtà nessuno, ufficialmente, parla di cifre. Sono soprattutto le ragioni del cuore (Cristina Radici, figlia di Angelo, presidente di RadiciGroup, è moglie dell’amministratore delegato dell’Atalanta, Luca Percassi) e la passione calcistica (Maurizio Radici, vicepresidente di RadiciGroup, ha portato in alto il Leffe e da qualche anno è consigliere dell’Atalanta) che hanno spinto al rinnovo per un altro anno (2019-2020) del rapporto di sponsorizzazione tra RadiciGroup (main sponsor) e Atalanta (nella foto tratta dal sito ufficiale).

Anche per ragioni estetiche: “Io che sono un collezionista di maglie dico che la maglia dell’Atalanta, col marchio RadiciGroup, è una delle più belle della Serie A”, dice Luca Percassi e gli si illuminano gli occhi. “Per l’Atalanta avere questo sponsor è motivo di grande orgoglio”, continua Luca, che annuncia altre sponsorizzazioni-partnership in arrivo, che dimostrano un attaccamento incredibile con realtà economiche che si sono avvicinate a noi anche grazie all’abbinamento con RadiciGroup. Abbiamo concluso un accordo con uno sponsor per ben 12 anni…”.

Il papà, Antonio Percassi, vede realizzarsi il disegno che già nel 1990 aveva in mente. Ora il sogno si realizza, anche se il presidente da buon bergamasco invita a “tenere sempre i piedi per terra. Tante idee partono da lì, dal 1990, dal settore giovanile con Favini. Ora abbiamo fatto cose straordinarie, però dobbiamo ricordarci proprio questo, che sono straordinarie. Il paragone con l’Ajax? Siamo un po’ storditi…è un sogno, attenti a non volare troppo. A San Siro incassano 5-6 milioni a partita, noi 4 milioni per tutta una stagione. Stiamo facendo comunque un campionato stratosferico, però la prima cosa sono i conti a posto”.

Angelo Radici, presidente di RadiciGroup, ribadisce che “siamo orgogliosi di essere sponsor, con un gruppo che è conosciuto anche all’estero grazie all’Atalanta”. E Maurizio Radici: “L’Atalanta coinvolge tanto i bergamaschi, i bambini delle scuole e tra di loro sono aumentati i tifosi dell’Atalanta, perché è una squadra che crea entusiasmo e a livello mondiale ci conoscono prima di tutto per il settore giovanile”. Dove l’Atalanta continua a investire, tanto è vero che è già operativa a Zingonia la nuova sede del settore (“presto faremo l’inaugurazione”, ricorda Luca).

E tanto per dire, il gradimento delle maglie parte già dai dipendenti di RadiciGroup (3100 in tutto il mondo): l’80 per cento ha acquistato una maglia dell’Atalanta, 2300 maglie soltanto nell’ultimo anno, con richieste sempre numerose dalla Germania e altri Paesi.

Insomma, “avere RadiciGroup ancora sponsor, su tutte le competizioni, è una bella e grande notizia”, sintetizza Antonio Percassi, che non si smentisce col ritornello “siamo salvi” e intanto ricomincia a sognare.

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.